Detaillierte Beitrags-Information

Zurück zur Liste

Beitragstitel Ricoveri su ordine medico in Ticino: l’impatto di interventi organizzativi e formativi sul tasso dei ricoveri coatti e sulla durata della coazione
Autoren
  1. Emilio Bolla Organizzazione Socio-Psichiatrrica Cantonale Vortragender
  2. Maddalena Alippi Organizzazione Socio-Psichiatrrica Cantonale
  3. Filippo Maria Navarra
  4. Luca De Peri
  5. Raffaella Ada Colombo Organizzazione Socio-Psichiatrica Cantonale
  6. Rafael Traber Organizzazione Socio-Psichiatrica Cantonale
Präsentationsform Poster
Themengebiete
  • B3 Sozialpsychiatrische Interventionen
Abstract Introduzione: in Ticino il tasso di ricoveri in clinica psichiatrica senza consenso del paziente è circa del 25%, più dell’80% dei quali avviene presso la Clinica Psichiatrica Cantonale(CPC). Oltre all’evidente questione etica posta dalla coazione, essa può sfavorire il processo terapeutico, comportare un diminuito investimento nella contrattazione, nella ricerca della compliance e aumentare i livelli di aggressività. Il presente studio si propone di valutare l’impatto nel breve e medio termine di misure volte a diminuire il numero di coazioni e la durata delle stesse. Metodi: una serie di interventi organizzativi e formativi sono stati attuati a livello della psichiatria pubblica ticinese. In particolare: riorganizzazione delle consulenze specialistiche negli ospedali generali (riduzione dei tempi di intervento, obbligo di valutazione specialistica de visu, spazi per visite ambulatoriali urgenti), collaborazione con i servizi di ambulanze, sensibilizzazione del personale, revisione della cartella informatizzata presso la CPC, procedura per una rivalutazione costante delle coazioni in corso, valutazione dell’appropriatezza dei ricoveri su ordine medico. L’osservazione è avvenuta in 3 fasi di 6 mesi (prima, durante e dopo l’implementazione degli interventi) durante le quali abbiamo raccolto i dati riguardanti le ammissioni coatte in CPC e la durata della coazione. Risultati: immediatamente dopo l’implementazione degli interventi si è registrata una diminuzione dei ricoveri coatti (p < .01). Tale effetto non è tuttavia chiaramente imputabile agli interventi operati e nel corso della fase 3 è completamente svanito. La durata della coazione in CPC è significativamente diminuita in seguito agli interventi (p < .001). Tale effetto si è mantenuto sino al termine della fase 3, pur diminuito di intensità. Conclusione e prospettive: interventi organizzativi e formativi non sono stati in grado di influenzare stabilmente il numero di ricoveri coatti, essendo questo condizionato da variabili esterne non controllabili. Probabilmente solo interventi di natura normativa e legislativa possono avere un impatto reale e duraturo in tal senso. Sembra invece possibile intervenire efficacemente sulla durata della coazione. Tuttavia il mantenimento di questo risultato risente negativamente di un fenomeno di desensibilizzazione da parte degli operatori coinvolti.
Präsentation Präsentations-Datei ansehen