Detaillierte Beitrags-Information

Zurück zur Liste

Beitragstitel Morfologia cerebrale all'esordio della schizofrenia e utilizzo di cannabis in adolescenza. Una meta-analisi degli studi condotti con risonanza megnetica nucleare.
Autoren
  1. Luca De Peri Organizzazione sociopsichiatrica cantonale (OSC) Vortragender
  2. Antonio Vita Università degli Studi di Brescia
  3. Emilio Bolla Organizzazione Socio-Psichiatrrica Cantonale
  4. Raffaella Ada Colombo Organizzazione Sociopsichiatrica Cantonale
  5. Rafael Traber Organizzazione Socio-Psichiatrica Cantonale
Präsentationsform Poster
Themengebiete
  • D2 Grundlagenforschung
Abstract Introduzione
I dati di letteratura indicano la presenza di anomalie della morfologia cerebrale nei pazienti con diagnosi di schizofrenia, alcune delle quali già documentabili al primo episodio di malattia e anche nelle fasi prodromiche del disturbo. L’utilizzo di cannabis in adolescenza costituisce un fattore di rischio per lo sviluppo delle psicosi ed è associato a un esordio precoce a una peggiore prognosi della malattia. Scopo dello studio è condurre una revisione quantitativa degli studi di letteratura che hanno confrontato mediante RMN la morfologia cerebrale all’esordio della schizofrenia in pazienti con e senza concomitante utilizzo di cannabis (SCH CU+ vs SCH CU-), al fine di valutare se i due sottogruppi diagnostici possono essere distinguibili dal punto di vista neuroanatomico e quindi rappresentare due differenti sottotipi della malattia dal punto di vista della traiettoria fisiopatologica del disturbo.

Metodi
Ricerca sistematica dei dati di letteratura nelle banche dati PUBMED ed EMBASE utilizzando le parole chiave: [schizophrenia] or [psychosis], [Magnetic Resonance Imaging] or [MRI] and [cannabis¨] or [Tetrahydrocannabinol] per gli articoli pubblicati in lingua inglese fino alla data del 31 Marzo 2020. L’analisi statistica è stata condotta mediante l’utilizzo del software Comprehensive Meta-Analysis, version 2 (Biostat Inc., Englewood, NJ, USA).

Risultati
Sono stati inclusi nella presente meta-analisi n=10 studi che hanno valutato complessivamente n=465 pazienti con schizofrenia (n=227 SCH CU+ e n=238 SCH CU-) e n=366 controlli sani per le seguenti regioni cerebrali: volume cerebrale totale, volumi complessivi della sostanza grigia e della sostanza bianca cerebrale, volumi della corteccia anteriore del cingolo e dell’ippocampo. Rispetto ai controlli sani, sia i pazienti SCZ CU+ sia i pazienti SCZ CU-, hanno evidenziato una riduzione dei volumi cerebrali totali, della sostanza grigia cerebrale e dell’ippocampo. Diversamente, il confronto diretto tra pazienti SCZ CU+ e SCZ CU- non ha dimostrato differenze statisticamente significative dei volumi cerebrali presi in esame.

Conclusione e prospettive
I risultati della presente meta analisi non supportano la nozione di un distinto profilo neuroanatomico o di una traiettoria fisiopatologica differente nei due gruppi di pazienti SCZ CU+ e SCZ CU-. Ulteriori studi sono necessari per chiarire le basi neurobiologiche del legame tra utilizzo di cannabis in adolescenza, esordio psicotico ed esito del disturbo.